SESSIONE CNCU-REGIONI. Agostini: “Liberalizzazioni, una svolta culturale”

"Il buon giorno si vede dal mattino". Le iniziative del governo Prodi rappresentano un passaggio importante per la promozione della libera concorrenza. Così ha esordito il vice presidente della Regione Marche, Luciano Agostani, che nel suo discorso ha evidenziato la portata innovativa del decreto Bersani che, per la prima volta, ha posto al centro della vita economica del Paese il cittadino-consumatore.

Il decreto – ha aggiunto Agostini – ha eliminato ben 14 restrizioni alla concorrenza e a portato alla ribalta l’interesse generale a scapito di quelli particolari, tanto difesi dal precedente Governo. Gli effetti non si sono fatti attendere: maggiore concorrenza, incremento del Pil, notevole guadagno in efficienza e competitività.

Adesso – ha concluso il vice presidente – c’è bisogno di ulteriori passi: innanzitutto è necessario armonizzare le leggi regionali sulla tutela dei consumatori in modo che ci sia uniformità tale da permettere ai consumatori di godere degli stessi diritti in ogni regione. Per questo motivo il Coordinamento Tecnico delle Regioni, di cui le Marche è capofila, si adopererà sin da subito per mettere a punto le linee guide per l’adeguamento delle leggi regionali.

Comments are closed.