SESSIONE CNCU-REGIONI. Longo: risorse e rappresentanza, i problemi da risolvere

L’appuntamento di oggi non poteva avere un viatico migliore nell’accordo sottoscritto meno di 48 ore fa tra tutte le 16 associazioni del CNCU unitariamente e l’ABI: un risultato che, al di là del valore oggettivo per i consumatori, che peraltro è rilevante, assume uno straordinario valore politico. Così Antonio Longo, consigliere del Cncu, dal palco della Sessione Programmatica.

"Gli appuntamenti come quello di oggi hanno assunto nel tempo una importanza sempre maggiore: da incontri che duravano poche ore e si svolgevano a Roma, quasi tra pochi intimi, come nel 1999 e nel 2000, siamo passati a incontri sempre più articolati e densi di contenuti sul territorio: Firenze, Cianciano, Genova, Caserta, Palermo. Oggi siamo nelle Marche, una delle Regioni più impegnate in programmi di informazione, assistenza e tutela dei consumatori".

"Le scelte di Governo – ha continuato Longo – per il forte impulso del Ministro Bersani, hanno messo al centro il cittadino-consumatore, provocando reazioni, a volte scomposte, a volte più caute nella forma ma sempre molto preoccupate a difendere posizioni corporative, aree di privilegio, rendite parassitarie".

"Tuttavia ci sono altri problemi che necessitano di essere affrontati urgentemente:

  • l’armonizzazione dei contenuti delle leggi regionali sui consumatori al Codice del consumo, in particolare per quanto riguarda i criteri di riconoscimento delle associazioni con la creazione di un tavolo di lavoro;
  • collegamento al primo c’è un altro problema che coinvolge direttamente le Regioni, le Province e i Comuni. Secondo un censimento del Formez, ormai diverse Regioni, una decina di Province e alcuni grandi Comuni hanno attivato sportelli dei consumatori affidati a personale interno o alle associazioni dei consumatori. Si pone in questo caso un problema di definizione delle competenze;
  • le risorse finanziarie e il loro utilizzo sono altro tema forte da affrontare. E’ essenziale garantire continuità e certezza per stabilizzare le iniziative di informazione e tutela e rafforzare le strutture sul territorio".

Intervento di A.Longo in rappresentanza del CNCU

Comments are closed.