SESSIONE CNCU-REGIONI. Presidente Spacca: “Necessaria una governance unitaria”

Ad aprire i lavori i padroni di casa: il sindaco di San Benedetto del Tronto, Giovanni Gasparri, i presidente della regione Marche, Gian Mario Spacca. Al centro delle parole del sindaco le liberalizzazioni, definite "i cambiamenti che hanno adeguato l’Italia all’estero, il tentativo di ripristinare le buone regole commerciali nel mercato". "Oggi – ha detto Gasparri – siamo in una seconda fase di potenziamento del mercato, quello delle liberalizzazioni appunto che aiuteranno il nostro Paese a recuperare i tanti ritardi di cui soffre".

La regione Marche è tra le 14 regioni italiane che hanno sul proprio territorio presidi a tutela del consumatore, in particolare uno nella provincia di Macerata e uno in quella di Ascoli-Piceno. Dotata di una normativa in materia sin dal 1998, nella regione nasce il primo sportello per il cittadino già nel 1999. "Le Regioni – ha dichiarato Spacca – hanno molto lavorato negli ultimi anni promuovendo azioni per tutelare i diritti dei consumatori. Tra i nostri obiettivi primari ci sono l’esigenza di una governance e di un tavolo Stato – Regioni – associazioni dei consumatori – e di categoria. E’ necessaria inoltre una rivitalizzazione dell’Osservatorio prezzi e tariffe quale strumento di raccordo tra gli osservatori regionali, con il collegamento informatico tra gli stessi e il loro finanziamento".

Proprio su questo punto il presidente delle Marche ha sottolineanto l’esigenza delle regioni di "essere messe nelle condizioni di poter sostenere le associazioni. Occorre contare su un sistema certo di risorse per gli enti locali derivanti dai fondi delle sanzioni comminate dall’Antitrust".

Comments are closed.