SICUREZZA ALIMENTARE. Alga all’arsenico, Altroconsumo tranquillizza

La Food Standards Agency, l’ente inglese di vigilanza alimentare, raccomanda di non consumare l’alga hijiki, utilizzata spesso nella cucina giapponese e vegetariana, perché contiene alti livelli di arsenico inorganico, conosciuto per la sua tossicità. L’avvertimento segue la notifica emessa da parte della Commissione europea.

"Niente panico" avverte Altroconsumo che spiega: "Per correre il rischio di sviluppare forme tumorali non è sufficiente un consumo occasionale di hijiki, come generalmente accade nella popolazione occidentale".

Hijiki è un’alga di colore nero utilizzata spesso in insalata o negli antipasti in alcuni piatti del Sol Levante, ma non è presente né nel sushi né nella cucina cinese. È utilizzata anche in alcun zuppe e in qualche piatto della dieta vegana. Viene venduta anche nei negozi specializzati in cucina asiatica all’interno del confine europeo. Per gli amanti del genere, a scanso di rischi, esistono valide alternative: come l’alga nori o kombu, comunemente utilizzate nella cucina nipponica.

Comments are closed.