SICUREZZA ALIMENTARE. Authority alimentare, on. Bordo (PD) denuncia cancellazione

Tra gli enti considerati inutili dal Governo c’è anche l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Alimentare. Oggi, infatti, il sottosegretario alla salute Francesca Martini ha risposto ad un’interpellanza presentata dai deputati Michele Bordo (PD) e Angelo Cera (UDC) e discussa in mattinata nell’Aula di Montecitorio, confermando la cancellazione dell’organismo a seguito del suo inserimento nella lista degli enti inutili, da cui discende l’annullamento dello stanziamento di 6,5 milioni per il suo funzionamento nel primo triennio di attività e l’attribuzione delle sue funzioni ad un Comitato istituito presso il Ministero della Salute.

"Tutto questo è avvenuto nel silenzio più assoluto e senza alcun rispetto del Parlamento e delle comunità foggiana e pugliese – commenta Michele Bordo – ed a dispetto delle farsesche rassicurazioni provenienti da parlamentari ed esponenti di Governo foggiani e pugliesi del PdL. Che fosse questo l’obiettivo leghista lo si era capito già nel 2008, quando il tema del trasferimento dell’Authority a Parma o a Verona fu posto il giorno dopo la vittoria della Lega. I nostri allarmi sono stati sottovalutati ed oggi ci ritroviamo con l’ennesimo scippo ai danni del Sud, dopo quello dei fondi per le infrastrutture, per lo sviluppo e persino per la ristrutturazione delle scuole".

"Ora tocca alla Capitanata ed alla Puglia – conclude Michele Bordo – mostrare e dimostrare quanto tenga alla propria dignità assumendo rapidamente iniziative capaci di contrastare questo ennesimo atto di arroganza leghista. La mobilitazione istituzionale e civica, realizzata anche in forme eclatanti, è l’unico strumento democratico a nostra disposizione per ottenere la riattivazione dell’Authority".

Comments are closed.