SICUREZZA ALIMENTARE. Blue Tongue: dal 4 marzo vietato l’import di animali da zone infette

Dal prossimo 4 marzo, periodo stagionalmente libero dai vettori della malattia nei territori italiani indenni dalla blue tongue, sarà vietata l’importazione su tutto il territorio nazionale di animali provenienti da zone infette non vaccinati nei confronti dei sierotipi del virus blue tongue circolanti nei territori di origine. Lo riferisce in una nota Sottosegretario alla Salute Gian Paolo Patta che ha incontrato i rappresentanti dell’Ambasciata francese in Italia.

Al centro dell’incontro, con il Vice Ministro francese Erol Ok, le criticità connesse ai prossimi scambi commerciali tra Italia e Francia di animali sensibili alla blue tongue (lingua blu), il morbo della febbre catarrale che colpisce gli ovini ed i ruminanti. Le Autorità italiane e quelle francesi, dopo il confronto ed in considerazione degli eventi che lo hanno preceduto, concordano che la vaccinazione è il miglior modo per proteggere gli animali ed evitare la diffusione della malattia, soprattutto in considerazione del gran numero di capi bovini che l’Italia importa dalla Francia.

 

Comments are closed.