SICUREZZA ALIMENTARE. Campania, nasce l’Osservatorio Regionale per il controllo sui cibi

Maggior prevenzione dei rischi per la salute umana. E’ stato istituito in Campania l’ Osservatorio Regionale per la Sicurezza Alimentare (ORSA), dopo l’approvazione della delibera da parte della Giunta, su proposta degli Assessori al Bilancio Antonio Valiante, all’Agricoltura e alle Attività Produttive Andrea Cozzolino, alla Sanità Angelo Montemarano e all’Ambiente Luigi Nocera. L’organo di controllo avrà compiti di ricerca e monitoraggio in tema di tracciabilità dei prodotti alimentari in tutte le fasi della filiera.

L’Osservatorio avrà sede a Caserta, in località Tuoro, presso i locali di proprietà dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. Per il funzionamento dell’ORSA, la Giunta ha stanziato 170mila euro per l’ultimo quadrimestre del 2007; per l’anno prossimo è previsto il finanziamento di 500mila euro per il rinnovo della convenzione con l’Osservatorio e per le attrezzature informatiche e del software per l’elaborazione dei dati, e di circa 970mila euro per l’attivazione di un laboratorio per l’esecuzione delle analisi sugli alimenti e mangimi per la ricerca delle diossine e dei bifenili policlorurati (PCB).

Tra le principali attività svolte dall’ORSA c’è innanzitutto quella di ricerca e monitoraggio in materia di tracciabilità degli alimenti sull’intera filiera produttiva. Ciò sarà possibile anche grazie alle informazioni provenienti dai vari Enti territoriali coinvolti nei controlli. Il sistema di coordinamento si avvarrà dello strumento della "Valutazione del Rischio" quale metodo per la programmazione dei controlli, darà voce ai produttori e ai consumatori, e affiderà compiti e funzioni ben definite alle diverse strutture amministrative interessate.

L’ORSA avrà anche la gestione di una banca dati, che raccoglierà tutte le notizie relative a: qualità, sicurezza e tracciabilità dei prodotti; attività per la promozione e il coordinamento per l’armonizzazione delle metodiche di analisi; sviluppo di programmi di monitoraggio e di sorveglianza della sicurezza alimentare per conto dell’Assessorato alla Sanità; monitoraggio sui rischi emergenti negli alimenti in collaborazione con istituzioni pubbliche impegnate in attività di Ricerca Scientifica; attività di informazione, formazione e promozione in materia di sicurezza alimentare rivolte ai consumatori e alle associazioni di categoria dei produttori.

L’organo di controllo si confronterà anche con la realtà nazionale e comunitaria. L’ORSA sarà alla diretta dipendenza dell’Assessorato alla Sanità, che è il riferimento regionale in materia di sicurezza alimentare nei rapporti con l’Autorità centrale e l’Unione Europea. L’Osservatorio avrà inoltre contatti con i vari Enti che si occupano di sicurezza alimentare, con il coordinamento e la supervisione dell’Assessorato regionale.

Comments are closed.