SICUREZZA ALIMENTARE. Carne avariata, timori anche in Italia

Lo scandalo della carne tedesca scaduta o avariata, sequestrata la scorsa settimana in un’azienda in Baviera, potrebbe avere risvolti in altri otto stati membri, tra cui l’Italia. E’ quanto ha rivelato Philip Tod, portavoce del commissario europeo alla sanità Markos Kyprianou, che ha assicurato anche di aver "avvertito le autorità di questi paesi tramite il sistema di allerta rapida della Commissione europea e i responsabili nazionali cercano di ritrovare i prodotti sospetti al fine di verificare se sono idonei al consumo o se devono essere ritirati dal mercato".

Al momento i quantitativi sospetti di carne (non si conoscono i tipi) e di ortofrutticoli inviati agli altri partner sono i seguenti: Austria (38 tonnellate), Francia (24 t.), Repubblica Ceca e Danimarca (7 t. ognuna), Italia (120 kg), Lussemburgo (65 kg), Belgio (25 kg), Olanda (2kg).

 

Comments are closed.