SICUREZZA ALIMENTARE. Cibi clonati, Ministro Fazio assicura: “Non sono stati liberalizzati”

Dopo il mancato accordo tra Parlamento Europeo e Consiglio dei Ministri UE sull’aggiornamento del regolamento comunitario sui "Novel Food" si sono diffuse, sulla stampa, alcune notizie un po’ allarmanti sugli alimenti derivati da animali clonati. Il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, interviene sulla questione assicurando che il mancato accordo "non va inteso affatto come una liberalizzazione dell’uso di tali alimenti, che dunque non possono essere commercializzati nel nostro Paese".

"Quelli derivati da animali clonati – dichiara il Ministro – sono nuovi alimenti secondo la normativa vigente e, in quanto tali, non potrebbero essere immessi in commercio nell’Unione europea senza una preventiva autorizzazione comunitaria, che richiederebbe una complessa procedura volta ad accertarne la sicurezza e che coinvolgerebbe tutti gli Stati membri, la Commissione europea e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA). A tutt’oggi – conclude Fazio – procedure di autorizzazione per alimenti del genere non sono state mai attivate e, in ogni caso, non si vede come potrebbero avere un esito favorevole, considerando le posizioni che si sono delineate sulla clonazione per finalità alimentari, nel corso dei lavori comunitari per l’approvazione del nuovo regolamento."

Comments are closed.