SICUREZZA ALIMENTARE. Ctcu, più cautela nell’acquisto di frutta e verdura fuori stagione

Attenzione a consumare in questo periodo frutta e verdura fuori stagione, in particolare peperoni da piantagioni convenzionali spagnole, turche e israeliane. Il monito arriva dal Centro Tutela Consumatori e Utenti (Ctcu), che segnala come diversi campioni siano risultati contaminati da isofenfos metile, un insetticida proibito nell’UE, e da altri fitofarmaci presenti in quantità ampiamente superiori ai limiti di legge.

L’associazione dei consumatori di Bolzano precisa che in uno dei peperoni analizzati sono state riscontrate anche tracce di isocarbofos, altro insetticida proibito dalla normativa comunitaria, valori sopra la soglia ammissibile per il pesticida Oxamyl e tracce di bifenile, fungicida il cui impiego è consentito solo sugli agrumi.

"Fino a che le competenti autorità europee non saranno in grado di proteggerci da agricoltori e venditori scorretti – consiglia il Ctcu – l’unica cosa sensata è aprire bene gli occhi quando si va a fare la spesa e leggere sempre la provenienza di frutta e verdura indicata sull’etichetta. In questo periodo dell’anno resta peraltro sconsigliato l’acquisto di peperoni, pomodori e cetrioli di origine spagnola, turca o africana".

Per chi non vuole rinunciare a ortaggi estivi anche d’inverno, l’associazione raccomanda di rifornirsi nei negozi biologici oppure di consumare prodotti locali di stagione come cavoli, sedano rapa, porro e carote.

Comments are closed.