SICUREZZA ALIMENTARE. Efsa apre consultazione sui rischi legati ai nanomateriali negli alimenti

L’Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare ha aperto una consultazione pubblica relativa agli orientamenti per la valutazione dei rischi legati all’applicazione di nanomateriali ingegnerizzati (ENM) negli alimenti e nei mangimi. Il documento di orientamento, preparato dal comitato scientifico in risposta a una richiesta della Commissione europea, evidenzia che in questo settore in continua evoluzione della scienza è essenziale, per caratterizzare adeguatamente i ENM, seguire le classiche pratiche di valutazione dei rischi.

La guida Efsa dispone i dati necessari per comprendere le proprietà specifiche del ENM, consentendo una valutazione dei rischi da effettuare. Il progetto di orientamento riconosce anche diverse incertezze relative al test di metodologie e la disponibilità di dati e formula raccomandazioni su come valutazioni del rischio devono riflettere tali incertezze.

Commentando il lancio della consultazione pubblica, il professor Vittorio Silano, presidente del comitato scientifico dell’Efsa ha spiegato: "Sulla base di precedenti pareri scientifici dell’Efsa nel settore delle nanotecnologie, siamo ora in grado di fornire una guida pratica sul processo di valutazione dei rischi. L’Efsa riconosce l’importanza delle metodologie di valutazione del rischio da sviluppare in questo settore della scienza, sostenendo nel contempo l’innovazione e garantendo la sicurezza degli alimenti e dei mangimi. Questa è la prima volta che è stata sviluppata una valutazione del rischio di orientamento sulle nanotecnologie legate alla catena alimentare. Non vediamo l’ora di rivedere i contributi". Osservazioni sul progetto di parere possono essere presentate fino al 25 febbraio 2011. Oltre alla consultazione pubblica, l’Efsa si incontrerà con i rappresentanti degli Stati membri dell’Ue per discutere il progetto di documento orientativo.

Comments are closed.