SICUREZZA ALIMENTARE. Formaggi avariati e adulterati, Altroconsumo si costituisce parte civile

Formaggio avariato, putrefatto, adulterato. Scarti che dovevano essere smaltiti e invece tornavano sugli scaffali attraverso una filiera della contraffazione: è quanto ha denunciato oggi il quotidiano La Repubblica in un’inchiesta sul settore caseario. Sulla vicenda, scaturita da indagini della Guardia di Finanza di Cremona, Altroconsumo annuncia che si costituirà parte civile e "verificherà la possibilità di avviare un’azione collettiva risarcitoria (class action) contro le imprese della provincia di Cremona e tutti i responsabili indicati negli esiti delle indagini della Guardia di Finanza".

Le adulterazioni denunciate sono infatti gravissime: si tratta di recupero di formaggi marci, ammuffiti, destinati allo smaltimento e invece reintrodotti nella catena alimentare e nel circuito commerciali sia in Italia che all’estero. "Tutto ciò – commenta Altroconsumo – a pochi chilometri dalla sede dell’Authority europea per la Sicurezza alimentare – EFSA, con sede a Parma. E con l’assegnazione dell’Expo del 2015 a Milano, dedicato alla cultura e alla sicurezza alimentare".

Comments are closed.