SICUREZZA ALIMENTARE. IV edizione Vegetalia: pomodoro Made in China, pericolo reale?

La produzione di conserve di pomodoro a livello mondiale ha raggiunto i 255 milioni di chili per un valore complessivo di 377 milioni di euro. In particolare in Italia, quello che viene trasformato, è un quantitativo di oltre 1.600.000 tonnellate di prodotto su un totale nazionale di 5.320.000 tonnellate. In questo contesto avanza però l’ombra della concorrenza cinese. Questi i temi al centro del convegno "Il Pomodoro Colto" nel corso della IV edizione di Vegetalia che si svolgerà a Cremona tra il 22 e il 24 febbraio 2008.

La globale competitività del settore vede partecipare in modo sempre più imponente la Cina ponendo molte questioni in merito alla sicurezza dei controlli dei pomodori importati e ponendo gli italiani in un condizione di allerta. "Bruxelles in proposito – si legge nel comunicato – non sottovaluta le preoccupazioni italiane, ma al tempo stesso ripone piena fiducia nel sistema di allerta rapida che scatta sulla base dei controlli alle frontiere, permettendo di ritirare dal mercato o bloccare prodotti importati, se necessario".

Michael Mann, portavoce della Commissione Europea responsabile dell’agricoltura dichiara inoltre: "L’UE dispone di un sistema molto rigoroso di controlli alle importazioni, e, in caso di problemi, scatta il sistema di allerta rapido per evitare che il prodotto arrivi ai consumatori o per ritirarlo dai mercati, basti pensare che nel 2006, sono stati 263 i casi notificati nel quadro del sistema di allerta rapida "

 

Comments are closed.