SICUREZZA ALIMENTARE. Import dal Giappone, Adoc invoca maggiore chiarezza

Maggiori informazioni sugli alimenti importati dall’Asia e sospensione temporanea delle importazioni. Questa la richiesta dell’Adoc al Governo e al Ministro della Salute Fazio, che ha dichiarato l’adozione di misure restrittive sul pesce pescato e sui prodotti di origine vegetale. Il Ministro, infatti, ha spiegato le decisioni assunte sulla sicurezza dell’arrivo in Italia di prodotti provenienti dal Paese asiatico, colpito dall’emergenza radiazioni: "Ci saranno misure di restrizione all’import dal Giappone su prodotti di origine animale, in particolare il pesce come crostacei congelati e i preparati, farine e caviale oltre ai "prodotti di origine vegetale come salsa di soia e alghe".

"I consumatori devono avere maggiore chiarezza e un’informazione corretta e trasparente da parte del Governo e in particolare dal Ministro della Salute Fazio – non basta adottare misure restrittive sull’importazione, occorre che vengano esplicitati chiaramente gli eventuali rischi di contaminazioni radioattive dei beni alimentari importati dall’Asia, soprattutto per quanto riguarda i prodotti ittici e vegetali. Data la complessa e grave situazione in corso, sarebbe forse opportuno sospendere temporaneamente le importazioni, almeno fino a quando i controlli sugli alimenti avranno accertato l’assenza di rischi per la salute".

Comments are closed.