SICUREZZA ALIMENTARE. Latte, in corso mobilitazione contro importazione

Oltre 2000 allevatori della Coldiretti stanno bloccando al valico del Brennero le cisterne di latte in arrivo dall’Austria e dagli altri paesi del Centro-Europa. La mobilitazione ha lo scopo di bloccare il flusso di latte di importazione che arriva sulle tavole dei consumatori senza nessuna distinzione dal latte italiano di qualità. Adiconsum appoggia la protesta della Coldiretti denunciando, ancora una volta, i limiti dell’etichettatura dei prodotti alimentari, regolata da normative che spesso permettono un’informazione parziale ed ingannevole. "La non trasparenza non è dovuta all’errore,- ssostiene l’Associazione – bensì a precisi interessi delle lobby commerciali, a discapito di una scelta informata e libera da parte dei consumatori nonché a danno dei produttori nazionali".

Secondo Confagricoltura, invece, "l’adozione di un corretto sistema di etichettatura arricchirà il nostro modello produttivo di ulteriori certezze e rassicurazioni sul piano della tracciabilità e dei controlli sanitari, ma andrà accompagnato da interventi utili a creare liquidità alle imprese".

Anche Federconsumatori appoggia la mobilitazione di Coldiretti: "Quella per la tracciabilità dei prodotti alimentari, di tutti i prodotti alimentari, è una battaglia sacrosanta, che la Federconsumatori porta avanti da anni, ritenendo quello all’informazione sull’origine dei prodotti uno dei diritti fondamentali di ogni consumatore. Ecco perché consideriamo positiva ed aderiamo all’iniziativa che in questi giorni Coldiretti sta portando avanti nel nostro Paese, ai confini e nelle piazze, per ottenere l’obiettivo della massima trasparenza nel settore lattiero-caseario, e per difenderne, quindi, sicurezza e qualità".

Comments are closed.