SICUREZZA ALIMENTARE. MDC Marche presenta “Le Marche a tavola”

Mense scolastiche che praticano l’autogestione nell’approvvigionamento dei prodotti, ricercando sicurezza alimentare e qualità dei prodotti della terra. Succede a Macerata dove l’approvvigionamento delle mense è in mano a 13 comitati che acquistano i prodotti per lo più direttamente dal contadino. L’esperienza è stata illustrata nell’ambito del progetto del Movimento Difesa del Cittadino Marche cofinanziato dalla Regione Marche "Le Marche a tavola: sicurezza e qualità alimentare dal campo al consumatore".

Ecco come funziona: un’organizzazione a rete su base volontaria, si occupa di acquistare i prodotti per le mense avendo come valore portante quello della filiera corta. L’autogestione ha punti di forza ma anche di debolezza: i comitati mensa non riescono ad offrire omogeneità dei costi del servizio. Inoltre, si pianificano solo gli acquisti per l’anno scolastico in corso, ma non si hanno certezze per l’anno successivo. Questa incognita si traduce in una forte incertezza per i produttori che devono programmare annualmente le colture. Carente è anche la comunicazione tra i comitati, che comporta costi aggiuntivi e disservizi.

Maggiore organizzazione strategica del servizio e sistema di comunicazione più efficiente: MDC intende svolgere il ruolo di promotore di tali miglioramenti perché prosegua la virtuosa gestione delle mense scolastiche, auspicando di favorire gli approvvigionamenti sia dai farmer market che dalle cooperative sociali.

Comments are closed.