SICUREZZA ALIMENTARE. Microinquinanti, in un convegno il punto sulle tecnologie di rilevamento

Un’occasione di aggiornamento e di dibattito sulle nuove problematiche connesse con la gestione ed il controllo igienico- sanitario degli alimenti. Questo lo scopo del convegno "I Microinquinanti chimici e la sicurezza alimentare" tenutosi ieri ad Ascoli Piceno. Il convegno è stato organizzato dall’ARPAM e dall’Ordine Regionale dei Chimici delle Marche ed è stato realizzato grazie al Patrocinio del Comune di Ascoli Piceno, del Consiglio Nazionale Chimici, dell’Unione Italiana Chimici Igienisti e della Provincia di Ascoli Piceno.

Il convegno ha spaziato dalle tecnologie di rilevamento dei vari gruppi di microinquinanti chimici alle attività connesse al controllo ed alla vigilanza mettendo in evidenza gli aspetti connessi alle frodi alimentari, i diritti e la tutela del consumatore ,l’evoluzione della normativa in materia di sicurezza alimentare ed i pericoli emergenti.

Ciò che è emerso dagli interventi dei partecipanti è la necessità di considerare l’intera filiera alimentare e non solamente il prodotto finito. Solo in questo modo si possono individuare i punti critici e fare prevenzione. E’ necessario una maggiore vigilanza di cui si parla però solo quando succede qualcosa. E’ importante inoltre fare squadra e rivalutare il ruolo del chimico poiché molto spesso le contaminazioni che sorgono sono dovute non ad una volontà esplicita ma perché si fa un uso improprio della chimica e si banalizza il problema.

Un convegno di alto spessore scientifico, molto partecipato a dimostrazione dell’efficacia della politica sposata dall’ARPA Marche che sicuramente, meriterebbe molta più considerazione e risorse poiché rappresenta uno dei fiori all’occhiello della nostra Regione , come ci testimoniano gli importanti risultati messi a segno in questi anni a tutela della salute. L’ultimo in ordine cronologico, la scoperta nel latte dell’ITX ,da parte del Dott. Ernesto Corradetti del dipartimento ARPAM di Ascoli Piceno, che ha fatto molto scalpore ed ha avuto un eco impressionante in tutto il mondo, e che in questo convegno ha fatto la parte del leone.

 

Comments are closed.