SICUREZZA ALIMENTARE. Nas Salerno sequestrano 75 tonnellate di alimenti e dolci

I Nas di Salerno hanno sequestrato una intera azienda dolciaria che manteneva prodotti, anche scaduti, in pessime condizioni igieniche, 75 tonnellate di prodotti alimentari fra materie prime, prodotti semilavorati e finiti, e stanno ritirando dal mercato di diverse regione dolci che erano già stati distribuiti, per un totale di circa 10 tonnellate. È l’operazione condotta dai Nas che, nell’azienda sequestrata, hanno trovato creme, farine, frutta candita, marmellate scadute che venivano ugualmente lavorati, due tonnellate di cornetti con residui di lavorazione in contenitori con escrementi, salumi con etichette rimosse.

Commenta Coldiretti: "È importante l’azione dei carabinieri dei Nas per mettere fuori commercio prodotti a rischio per la salute soprattutto dei bambini che sono grandi consumatori di dolciumi. L’operazione dei carabinieri – spiega Coldiretti – avviene in un momento in cui sul mercato si moltiplicano le offerte di dolci del dopo Pasqua a prezzi scontatissimi che la Coldiretti consiglia di verificare attentamente in etichetta. Infatti secondo una recente indagine solo il 13% degli italiani verifica costantemente la data di scadenza al momento dell’acquisto".

Per Federconsumatori, si tratta di un "ennesimo e inaccettabile" sequestro di prodotti avariati. L’associazione chiede un inasprimento delle sanzioni. Da quanto comunicano i Nas, "si evince come il laboratorio responsabile della frode avesse messo in produzione vari prodotti utilizzando ingredienti scaduti e potenzialmente pericolosi per la salute pubblica – commenta l’associazione – Non è possibile tollerare che, ancora una volta, nel nostro Paese, si tenti di lucrare sulla salute dei cittadini. È per questo che non ci stancheremo mai di rivendicare la necessità, non solo di un’intensificazione delle verifiche e dei controlli, ma anche di un inasprimento delle sanzioni, che non prevedano solo il ritiro delle autorizzazioni, ma anche la detenzione per coloro che attentano alla sicurezza dei cittadini; dal momento che è ormai evidente che le pene previste attualmente non rappresentano più un reale ed efficace deterrente".

Comments are closed.