SICUREZZA ALIMENTARE. Nas, nuovo sequestro alimenti scaduti. Il commento dei Consumatori

Nuovo sequestro di alimenti scaduti e in cattivo stato di conservazione fatto dai Nas: questa volta a essere investita è l’area torinese, con dieci tonnellate di alimenti in pessimo stato di conservazione cui, in un deposito, tre persone stavano modificando la data di scadenza sulla confezione. Sul sequestro si è concentrata dunque la reazione dei Consumatori.

Dura la reazione di Federconsumatori: "Vorremmo sapere se i responsabili, colti in flagrante mentre "ritoccavano" le date di scadenza sui prodotti pronti per essere immessi sul mercato, siano stati assicurati alla giustizia". Per l’associazione sono indispensabili sanzioni efficaci, verifiche e controlli intensificati, normative che prevedano l’indicazione in etichetta dell’origine per tutti i prodotti alimentari.

"Non sono più sufficienti, infatti, semplici sanzioni amministrative, che, evidentemente, non svolgono più una funzione di deterrenza nel mercato, è indispensabile che le istituzioni intervengano al più presto disponendo delle sanzioni penali per chi attenta alla salute dei cittadini": questo il commento del presidente Federconsumatori Rosario Trefiletti.

"Per il consumatore – dichiara Silvia Biasotto, responsabile del Dipartimento Sicurezza Alimentare del Movimento Difesa del Cittadino – è difficile difendersi da prodotti le cui etichette sono state contraffatte. Per questo, è essenziale l’attività degli organi preposti al controllo. L’efficacia dei controlli in materia di sicurezza alimentare in Italia sono confermati dai dati del nostro VI rapporto sulla sicurezza alimentare, Italia a tavola, curato insieme a Legambiente".

L’indagine ha messo in evidenza che sono stati oltre 28mila i controlli a cura dei Nas nel 2008. "In particolare – ricorda l’associazione – ammonta a circa 160 milioni di euro il valore dei sequestri svolti dai Carabinieri per la Tutela della Salute nel 2008: il 32% in più rispetto all’anno precedente. I chilogrammi sequestrati registrano un incremento a tre cifre: +142%. Si tratta di percentuali importanti se si considera che le ispezioni svolte nel 2008 sono il 6% in più rispetto al 2007".

 

Comments are closed.