SICUREZZA ALIMENTARE. Nas sequestrano decine di tonnellate di prodotti scaduti. Commento di MDC

Ventuno strutture chiuse in tutta Italia. I carabinieri del Nas hanno appena concluso un’operazione tesa al controllo di un gran numero di aziende che opera nel settore alimentare. Decine di tonnellate di prodotti sono stati sequestrati perche’ scaduti. Il Sottosegretario alla Salute, con delega alla sicurezza alimentare, On. le Francesca Martini, ha espresso apprezzamento per l’azione che il Comando Carabinieri dei NAS. "Mi congratulo per l’azione svolta dai NAS a tutela della salute dei cittadini- consumatori – ha detto la Martini – L’intensa attività di controllo da parte dei NAS e il perseguimento capillare di ogni illecito ha portato all’azione di provvedimenti rigorosi diretti alla tutela dei cittadini. La sicurezza alimentare è una priorità delle mie azioni di governo e ribadisco la tolleranza zero nei confronti di chi pone a rischio la salute e il benessere dei cittadini."

In particolare sono state sequestrate dal Nucleo di Nas di Brescia oltre 7 tonnellate e mezzo di frutta congelata scaduta da mesi e 6.200 kg di formaggi e semilavorati di varia natura scaduti e invase da muffe. A Torino sono state sottoposte a sequestro oltre 10.200 kg di pane di produzione tedesca etichettato come produzione biologica ma contenente invece un additivo conservante vietato e infine in provincia di Cosenza sono state sequestrate quasi tre tonnellate di alimenti vari. Sono state inoltre chiuse 21 strutture, tra cui un’intera azienda di lavorazione della frutta, un mattatoio ed altre attività a causa delle precarie condizione igieniche riscontrate.

"Ancora una volta il grande impegno dei Carabinieri per la Tutela della Salute nella lotta alle frodi alimentari ha impedito che arrivassero sulle tavole degli italiani tonnellate di prodotti scaduti e in cattivo stato di conservazione". Questo il commento di Silvia Biasotto, responsabile del Dipartimento Sicurezza alimentare del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) che ha ricordato alcuni dati del VI rapporto sulla sicurezza alimentare, "Italia a tavola 2009", curato dal MDC e Legambiente. "Ammonta a circa 160 milioni di euro il valore dei sequestri svolti dai Carabinieri per la Tutela della Salute nel 2008: il 32% in più rispetto all’anno precedente. I chilogrammi sequestrati registrano un incremento a tre cifre: +142%. Si tratta di percentuali importanti se si considera che le ispezioni svolte nel 2008 sono il 6% in più rispetto al 2007", ha aggiunto Biasotto.

"In Italia le ispezioni ci sono: sempre più numerose, puntuali e mirate sulla base di valutazioni del rischio – ha concluso il Dipartimento sulla sicurezza alimentare MDC – Il rapporto sulla sicurezza alimentare, che ormai da sei anni pubblichiamo insieme a Legambiente, è la testimonianza di come il sistema dei controlli in Italia funzioni e difenda i cittadini. I consumatori devono però essere sempre vigili: leggere le etichette, scegliere i prodotti della filiera corta e di stagione e collaborare con le associazioni dei consumatori e con le forze dell’ordine nella denuncia di possibili frodi alimentari".

Comments are closed.