SICUREZZA ALIMENTARE. Nel Mediterraneo la prima produzione di tonno certificata

Attività di pesca rispettosa dei principi di ecosostenibilità, etici e lavorativi, nonché patrimonio storico e culturale dell’umanità. Per questi motivi ieri la Fondazione Acquario di Genova Onlus ha rilasciato la certificazione internazionale Ecocrest alla Carloforte Tonnare PIAM s.r.l., società che gestisce le antichissime tonnare fisse di Porto Scuso e Isola Piana-Carloforte, entrambe nei pressi dell’Isola di San Pietro in Sardegna. È la prima volta che la certificazione, nata a Genova nel 2003 per premiare non solo un uso razionale e sostenibile della risorsa ma anche una politica aziendale volta al maggior rispetto di tutti gli aspetti ambientali ed etici (oltre che delle norme ILO dell’ONU sul lavoro), viene attribuita a un’azienda che opera con il tonno, specie sovrasfruttata e con noti problemi di gestione. Il riconoscimento è se possibile ancora più importante perché rilasciato per la prima volta a prodotti acquatici provenienti dal Mediterraneo.

La certificazione Ecocrest copre l’intera produzione 2009 delle tonnare della Carloforte, dal pescato fresco, all’inscatolato fino a prodotti accessori come la bottarga, e riconosce gli sforzi di quest’impresa che ha saputo nel tempo rispettare tutte le norme di pesca, ambientali e lavorative, attendendo il tonno lungo il suo passaggio vicino alla costa senza inseguirlo in mare aperto, e impegnandosi anche nel settore dell’energie rinnovabili con la prossima installazione di un vasto impianto fotovoltaico per i fabbisogni interni.

Il processo di certificazione è durato due anni, è stato gestito dall’Acquario di Genova e si è basato su ispezioni indipendenti condotte da un’istituzione scientifica riconosciuta come il Dipartimento di Biologia Animale e di Ecologia dell’Università di Cagliari, in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Cagliari.

Il marchio Ecocrest vuole infine essere pure di sostegno alla preservazione storica di quelle che sono due delle dieci ultime tonnare fisse del Mediterraneo, risalenti addirittura al 1497 (Porto Scuso) e 1698 (Isola Piana-Carloforte).

di Francesca Nacini

Comments are closed.