SICUREZZA ALIMENTARE. Parma, inaugurato Nac. A Lussemburgo dibattito su etichettatura bio

Il ministro delle Politiche agricole Paolo De Castro, che ieri ha inaugurato a Parma la nuova sede del Nucleo Antifrodi Carabinieri (Nac), che ha giurisdizione su tutta l’Italia settentrionale, ha sottolineato che "attualmente manca ancora un’ Agenzia italiana per la sicurezza alimentare che sia punto di riferimento per le istituzioni". "Parma è sede autorevole dell’ Efsa. Per l’Agenzia italiana – dice il Ministro- ci sono diverse candidature, mi auguro che sia collocata nel Mezzogiorno, e non è un mistero che ci sia già un impegno per la città di Foggia".

Parlando della qualità e scurezza alimentare verso i mercati internazionali, il ministro ha detto che si tratta di "una sfida per la quale dovremo essere capaci di offrire prodotti di alta qualità". Il Nac della città emiliana, che dipende dal Comando carabinieri politiche agricole, svolge controlli straordinari sull’erogazione e sul percepimento di aiuti comunitari nel settore agroalimentare e della pesca ed acquacoltura, nonché sulle operazioni di ritiro e vendita di prodotti agroalimentari, compresi gli aiuti a Paesi in via di sviluppo e indigenti.

Il ministro per le politiche agricole, agroalimentari e forestali, Paolo De Castro partecipa oggi a Lussemburgo alle due giornate del consiglio dei ministri dell’agricoltura e della pesca dell’Ue. Domani si terrà un importante dibattito politico sulla riforma del settore vitivinicolo europeo che vede l’Italia in prima linea nei negoziati. Sulle conclusioni del dibattito politico la presidenza Ue intende preparare un documento finale che raccoglierà le posizioni degli stati membri, da trasmettere alla Commissione Ue, in vista della preparazione della proposta giuridica di riforma della vitivinicola europea. Sempre domani i ministri avranno un nuovo dibattito politico sulla produzione biologica e l’etichettatura dei prodotti biologici.

Comments are closed.