SICUREZZA ALIMENTARE. Pesce azzurro e anisakis, MDC: informare per consumare con fiducia

Informare sull’anisakis per tornare a consumare il pesce azzurro con fiducia. Su questa necessità hanno convenuto i partecipanti al convegno organizzato dal Movimento Difesa del Cittadino venerdì scorso a San Benedetto del Tronto. A tirare le somme del pomeriggio ci ha pensato Micaela Girardi Presidente del Movimento Difesa del Cittadino Marche: "Il pesce azzurro è alimento virtuoso ma è portatore sano di un parassita pericoloso per la salute umana, l’anisakis, che prolifera in mari puliti e che muore con la cottura ad almeno 60° o il congelamento a -20°. I produttori locali di pesce lavorato dispongono anche di altre tecniche di "sanificazione" certificate e sicure. Ruolo decisivo spetta ai ristoratori che devono avere più coraggio nel comunicare chiaramente che il rispetto degli obblighi di legge è a tutela della salute dei consumatori. I casi di persone che si sono ammalate a causa dell’anisakis hanno generato preoccupazione ma i cittadini devono essere informati correttamente per recuperare la fiducia in un prodotto buono e che fa bene.

Nel corso del convegno, Alessandra Aliventi del Servizio Veterinario dell’ASUR Marche ZT 12 ha illustrato importanti dati che sono stati raccolti sulla percentuale di infestazione del pesce controllato nel gli ultimi anni e che denotano un incremento del fenomeno, le cui cause necessitano di studio e approfondimento. Sandro Assenti della Confesercenti, invece, ha richiamato l’impegno della categoria a informare i consumatori anche nei menù in merito agli obblighi di legge che, pur rispettati, molti ristoratori ancora evitano di spiegare con chiarezza per infondato timore di soccombere alla concorrenza.

Comments are closed.