SICUREZZA ALIMENTARE. Regione Piemonte rassicura: “La Blue Tongue non si è diffusa sul territorio”

Sta rientrando l’allarme bluetongue che, nei giorni scorsi, aveva indotto il Servizio veterinario del Piemonte a dare il via ad una serie di controlli straordinari negli allevamenti bovini del cuneese, dove si era registrata l’importazione di animali provenienti da paesi del Nord Europa colpiti dalla malattia "della lingua blu". Lo comunica una nota della Regione che rassicura: "In via precauzionale, dalle zone situate nel raggio di quattro chilometri dai casi confermati è stato vietato lo spostamento di capi tra gli allevamenti".

"Gli ultimi accertamenti di laboratorio sono ancora in corso – dichiara l’assessore alla tutela della salute e sanità Mario Valpreda – ma si può affermare che il virus non ha finora trovato possibilità di propagazione sul nostro territorio. Sono stati 3500 in tutto i capi bovini, provenienti da Belgio, Olanda, Lussemburgo e da alcune zone della Francia e della Germania, rintracciati e testati. Secondo i rendiconti inviati dalle Asl 15, 17 e 19, quelle maggiormente interessate dal problema, sono stati individuati tre bovini positivi e portatori del virus in altrettanti allevamenti situati nei comuni di Demonte, Fossano e Villanova d’Asti. I capi, sieropositivi, ma senza segnali clinici dalla malattia, subito abbattuti e distrutti, risultano importati dal Belgio nel periodo compreso tra giugno e agosto".

Che cosa è la Blue Tongue?

Si tratta di una malattia infettiva che colpisce l’apparato respiratorio di bovini ed ovi-caprini sostenuti da un sierotipo 8, mai presente nelle Regioni italiane interessate negli anni scorsi dall’epidemia di Blue Tongue. La Blue Tongue non è trasmissibile all’uomo, né direttamente o tramite insetti, né attraverso l’alimentazione con carni, latte o formaggi derivanti da animali ammalati. Le carni, il latte e i formaggi in commercio sono pertanto sicuri.Viene denominata Blue Tongue, ovvero Lingua Blu perché la lingua e le gengive dell’animale infettato possono diventare cianotiche e presentare delle erosioni su tutta la superficie.

CLICCA QUI PER SCARICARE L’APPROFONDIMENTO SULLA BLUE TONGUE DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Comments are closed.