SICUREZZA ALIMENTARE. Toscana lancia campagna su corrette abitudini in ambito domestico

Informare e promuovere tra i cittadini comportamenti corretti in ambito alimentare, in particolare nella manipolazione e conservazione degli alimenti. Questo l’obiettivo della campagna informativa sulla sicurezza alimentare in ambito domestico,"Occhio al piatto" promossa dalla Regione Toscana. La campagna prevede la collaborazione dei Dipartimenti di Prevenzione, della rete di distribuzione commerciale, delle associazioni di categoria e dei consumatori, degli enti locali.

"Quello delle tossinfezioni è un fenomeno da non sottovalutare – ha dichiarato l’assessore Graziano Cioni, dall’assessore alle politiche sociali del Comune di Sesto Fiorentino Caterina Conti – in Italia si registrano circa 300mila casi all’anno e oltre la metà in ambiente domestico. E secondo gli operatori si tratta di un dato molto sottostimato visto che soltanto i casi più gravi si rivolgono a medici e ospedali. Per questo è indispensabile informare i cittadini, fornire loro le conoscenze per trattare il cibo in modo corretto e ridurre il rischio di malattie. Un’attenzione particolare deve essere rivolta gli anziani, una delle categorie più sensibili a questo tipo di patologia".

Oltre la metà delle tossinfezioni alimentari, ovvero le malattie legate al consumo di alimenti contaminati da microbi o tossine da loro prodotte – sottolinea la nota della Regione – avvengono in casa, a causa di comportamenti scorretti nella manipolazione e conservazione del cibo da parte del consumatore. In particolare, le tossinfezioni sono per la maggior parte causate dalla conservazione degli alimenti a una temperatura sbagliata, dal consumo di cibo crudo o cotto in modo insufficiente e dal tempo eccessivo che passa tra la preparazione e il consumo. Ci sono inoltre abitudini che facilitano l’insorgenza di malattie da alimenti come l’acquisto settimanale del cibo, con la necessità di conservazioni domestiche prolungate. E anche l’abitudine di preparare in anticipo i cibi con un riscaldamento veloce al momento del pasto.

Ecco alcune semplici regole per evitare queste patologie: prestare particolare attenzione agli alimenti deperibili (come latte, burro, panna, formaggi freschi, carne, uova, pesce, pollame) che si possono alterare facilmente e che quindi sono spesso causa di tossinfezione; prestare attenzione ai cibi cotti e crudi, ai tempi, alla pulizia, al frigorifero, all’etichetta.

 

Comments are closed.