SICUREZZA ALIMENTARE. Umbria, approvato protocollo operativo su prevenzione BSE

Uniformare sul territorio umbro l’attività di vigilanza nel settore dell’alimentazione ai fini delle prevenzione della BSE, evitando duplicazioni. È questo l’obiettivo del protocollo operativo regionale approvato da Regione Umbria, Ispettorato centrale repressione frodi e Nas in attuazione di un recente accordo sottoscritto, a livello nazionale, tra i Ministeri della salute e delle Politiche agricole e forestali.

Nel protocollo vengono programmate le attività di prevenzione attraverso l’esecuzione di controlli nei comparti della produzione (mangimifici e depositi), della commercializzazione (rivendite, intermediari, miscelatori) e della utilizzazione (aziende zootecniche). I mangimi destinati ad animali da produzione di derrate alimentari umane saranno campionati insieme a tutte le tipologie considerate a rischio (in quanto adulterabili con farina di carne), alle materie prime per mangimi e, tra queste, ai grassi greggi sia nazionali che esteri ottenuti da ruminanti.

Il documento, già approvato dal Comitato regionale d’emergenza BSE dell’Umbria, infine, definisce i tempi e le modalità per lo scambio di dati e comunicazioni tra i diversi soggetti coinvolti nelle attività di prevenzione.

Comments are closed.