SICUREZZA STRADALE. Aduc: perizia Giudice di Pace conferma irregolarità degli autovelox

Si ritorna a parlare degli autovelox fissi installati nel Comune di Firenze.Dopo che la Cassazione ha piu’ volte sancito che il giudice di merito debba annullare i verbali accertati tramite autovelox fissi (senza presenza del vigile) posizionati su strade urbane che non siano di scorrimento, anche la perizia tecnica disposta dal Giudice di Pace di Firenze dà ragione alle migliaia di cittadini che hanno e stanno facendo ricorso contro le multe del Comune di Firenze. E’ quanto sostiene l’Aduc che da più di un anno denuncia le irregolarità di questi dispositivi.

Secondo l’Associazione, è "ancor più grave il fatto che, secondo questa perizia, la stessa Polizia Stradale avrebbe espresso al Prefetto di Firenze parere negativo per questi stessi motivi. Eppure, la Prefettura ha deciso di seguire ciecamente i propositi del Comune".

"Il calcolo del Comune è semplice: anche se molti cittadini fanno ricorso e vincono, sono molti di più coloro che accettano di pagare la multa pur di evitare le spese e il tempo necessario per rivolgersi al giudice. Un ragionamento, quello dell’Amministrazione di Matteo Renzi, che riteniamo sintomo di una politica che negli ultimi decenni ha ignorato i cardini dello Stato di diritto e ci ha portato sull’orlo del baratro" spiega l’Aduc che invita i cittadini a far valere i propri diritti presentando ricorso: non facendolo, si accetta di fatto che i soprusi degli amministratori comunali diventino un vero pilastro dell’azione del governo cittadino.

L’Associazione chiede, infine, all’Amministrazione comunale di dare un segnale positivo modificando le caratteristiche delle strade per trasformarle veramente in strade di scorrimento, e quindi piu’ sicure.

Clicca qui per avere maggiori informazioni sul ricorso.

Comments are closed.