SICUREZZA STRADALE. Asaps: “Pirateria poco conosciuta: indispensabile una banca dati”

"La pirateria stradale suscita un grave allarme sociale, ma è un fenomeno assolutamente poco monitorato e la raccolta degli elementi conoscitivi è insufficiente e frammentaria". La denuncia arriva dall’Asaps, Associazione amici Polizia Stradale, secondo cui è indispensabile una banca dati che permetta di capire, interpretare il fenomeno e conoscere in tempo reale "il dove, il come, il chi, i noti, gli ignoti, le condizioni psicofisiche dei conducenti, gli orari, la tipologia delle strade, le denunce, le condanne".

Secondo le Statistiche Giudiziarie Penali redatte da Istat nel 2006 e relative al 2004, in Italia sono stati denunciati 11.110 delitti di omissione di soccorso stradale, fra episodi gravi e meno gravi, 8.176 dei quali nei confronti di ignoti. Sebbene sia difficile sapere quante persone restano uccise in Italia in relazione a questo fenomeno, l’Asaps offre un identikit del pirata: uomo, nella maggior parte di casi, di età compresa tra i 18 ed i 44 anni, spesso sotto l’effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti; scappa, sapendo che difficilmente la farà franca, anche se – sottolinea l’associazione – le pene sono sostanzialmente inique: da tre mesi a tre anni.

Nel corso del 2004 le persone condannate per omissione di soccorso sono state in tutto 910, 118 delle quali di sesso femminile; uno solo aveva un’età compresa tra i 14 ed i 15 anni. Il grosso dei pirati, in questo caso, era di età compresa tra i 18 ed i 24 (236 condannati), tra i 25 ed i 34 (ben 270) e tra i 35 ed i 44 (in tutto 153 condanne). Meno rilevanti le classi d’età più avanzate: tra i 45 ed i 54 anni sono state pronunciate 98 condanne, che divengono 88 nei confronti di imputati tra i 55 ed i 64. Gli over 65 hanno totalizzato in tutto 64 episodi. Secondo uno studio dell’ osservatorio Asaps-il Centauro, nei primi tre mesi del 2007 ci sono stati 26 episodi gravi di pirateria stradale, il 61,5% mortali, avvenuti in larga parte (65,4%) in ore notturne.

Comments are closed.