SICUREZZA STRADALE. Asaps: nel 2009 hanno perso la vita in incidenti 57 bimbi. Appello agli autisti

Nel 2009 sono stati 57 i bambini da 0 a 13 anni che hanno perso la vita in incidenti stradali (nei 181 monitorati) e 177 quelli rimasti feriti. Oltre il 65% di questi incidenti è avvenuto in area urbana, 34 gli incidenti avvenuti su statali e provinciali, e 21 sulle autostrade. E’ il quadro inquietante delineato dall’Osservatorio il Centauro-Asaps che ha analizzato notizie di agenzie di stampa e quelle raccolte dai propri 600 referenti sparsi sul territorio nazionale e comunicate alla sede di Forlì.

Delle 57 vittime, 38 stavano viaggiando senza il seggiolino o la cintura di sicurezza; 5 bambini hanno perso la vita travolti mentre erano in bicicletta e 14 sono stati investiti mortalmente mentre erano a piedi. Quasi la metà dei bambini scomparsi in questi incidenti aveva da 0 a 5 anni, che è la fascia d’età più colpita da questo fenomeno. In 12 episodi il conducente investitore è risultato in stato di ebbrezza oppure sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

La Regione a pagare il costo più alto di bambini vittime di incidenti stradali è l’Emilia Romagna con 33 episodi che hanno causato 9 vittime e 32 feriti. Segue la Lombardia con 22 incidenti, la Toscana con 19, la Sicilia con 17, il Lazio con 13, la Liguria e la Puglia con 12.

L’Asaps lancia un appello alla saggezza degli adulti in quanto un bambino sulla strada non è mai colpevole. Velocità prudente nell’area urbana e particolarmente moderata in prossimità delle scuole, e uso regolare dei seggiolini per bambini, adeguati alla loro età, sono gli elementi fondamentali. Sul sito dell’Asaps è scaricabile la guida "La sicurezza dei bambini in auto e sulla strada".

Comments are closed.