SICUREZZA STRADALE. Assoutenti Emilia-Romagna: “Troppi autovelox in strade urbane senza vigili”

Autovelox selvaggi per risanare i bilanci di alcuni Comuni. E’ questa la denuncia che arriva da Assoutenti Emilia Romagna che ricorda che la direttiva del Ministro dell’Interno Roberto Maroni prevede di mettere gli autovelox nelle strade dove si sono registrati più incidenti nel biennio precedente. Invece, lamenta l’Associazione dei consumatori, alcuni Comuni hanno aumentato il numero di autovelox collocandoli, senza la presenza di vigili, in strade urbane, di attraversamento della città o in zone parzialmente periferiche dove è più facile multare automobilisti per aver superato di pochi chilometri certi limiti di velocità.

"Se si volesse veramente tutelare la sicurezza stradale in generale – scrive Assoutenti in una nota – basterebbe applicare sulle strade note e meno note, limiti giusti e qualche vigile in carne e ossa e non solamente autovelox che, seppur omologati, spesso sono inaffidabili ed emettono multe illegali dando così origine a ricorsi al Giudice di Pace che, dal 1° gennaio 2010 costeranno, al contribuente, solo per l’avvio della pratica, ben 38 euro (quindi oltre il danno, la beffa!)".

Assoutenti sottolinea che con questa protesta non intende tutelare chi non rispetta i limiti di velocità né chi viola il codice della strada, ma soltanto il diritto del cittadino ad ottenere (nel caso sbagliasse) una contestazione certa ma soprattutto giusta; non lasciando tutto in mano a macchinette che di certo non sono "infallibili"!!

Comments are closed.