SICUREZZA STRADALE. Autostrade per l’Italia: estate 2008, previsti 120 mln di veicoli sulla rete

Tutto pronto per l’esodo estivo. Autostrade per l’Italia si prepara ad accogliere 129 milioni di veicoli che dal 18 luglio al 7 settembre percorreranno oltre 8 miliardi di chilometri. Obiettivo della Società: non avere code significative ai caselli, inferiori quindi ai 4 km. E’ quanto ha esposto oggi l’ AD di Autostrade, Giovanni Castellucci, in occasione della conferenza stampa "Estate 2008" a Roma.

Per garantire un viaggio sicuro e confortevole, la società Autostrade in collaborazione con Polizia stradale, Anas, Aiscat, Ministero delle Infrastrutture e Trasporto, Rai e Intesa consumatori, ha predisposto un massiccio piano d’azione che coinvolge 6 mila addetti su strada, oltre 2 mila telecamere e 900 pannelli a messaggio variabile sparsi in tutta la rete.

"Possiamo dire – ha affermato Castellucci – di essere entrati in Europa. Dal 1999 ad oggi siamo riusciti a ridurre del 70% il tasso di mortalità sulla nostra rete, raggiungendo e superando con due anni di anticipo l’obiettivo posto dall’Unione Europea".

Si tratta di risultati importanti secondo il sottosegretario ai trasporti Bartolomeo Giachino che ha sottolineato come anche economicamente gli incidenti stradali rappresentino un problema. "Complessivamente – ha detto Giachino – gli incidento stradale costano allo Stato 30 miliardi l’anno".

"Autodimezziamo gli incidenti! Noi stessi, con un comportamento più corretto, ci possiamo attivare per dimezzare gli incendi stradali". Ha sottolineato così l’importanza dell’educazione stradale il , Presidente del Codacons, Carlo Rienzi presente alla conferenza in qualità di rappresentate dell’Intesa Consumatori.

Infine, Autostrede per l’Italia ha reso noto che sulle strade delle vacanze rimarranno aperti solo 9 cantieri e non ci saranno riduzioni di corsie. La diffusione del calendario con le Previsioni di Traffico e l’indicazione dei percorsi alternativi aiuterannogli automobilisti a programmare il viaggio. Gli interventi realizzati sulle barriere permetteranno di azzerare le code superiori ai 4 km, già dimezzate nel 2007 rispetto alla media degli anni 2003-2006.

Comments are closed.