SICUREZZA STRADALE. Autovelox, Cassazione conferma: no su strade senza requisiti di legge

Gli autovelox illegittimi sono di nuovo sotto accusa. L’Aduc comunica che la Corte di Cassazione, pronunciandosi su un caso che riguarda il Comune di Treviso, ha ribadito che in città non possono essere utilizzati autovelox a distanza (senza la presenza di un agente) su strade che non hanno le caratteristiche strutturali minime dettate dall’art.2 del Codice della strada per essere classificate come "strade di scorrimento". La Corte ha ribadito che la legge "non conferisce al Prefetto il potere di inserire nello specifico elenco una strada, facendo uso di criteri diversi da quelli previsti… Ove il Prefetto ecceda dai limiti segnati dalla norma del codice della strada (art. 2), il giudice ordinario può disapplicare, in via incidentale, l’atto o il provvedimento amministrativo". L’Aduc precisa che "questa volta la Suprema Corte è andata oltre, censurando l’operato della Prefettura che concede l’autorizzazione a istallare autovelox senza verificare la presenza delle caratteristiche strutturali della strada, che devono tassativamente esserci".

Comments are closed.