SICUREZZA STRADALE. Corte Cassazione: Anas responsabile per guard rail pericolosi

Nel caso di incidente della circolazione, l’ente proprietario della strada è responsabile dei danni provocati dal guard rail se questo, per la sua inadeguatezza, rappresenta una situazione di «pericolo immanente». Con la sentenza 6537/2011, depositata ieri, la Terza sezione civile della Corte di cassazione torna così a delineare la responsabilità da custodia (articolo 2051 del codice civile) nei confronti dell’Anas. Secondo la Suprema Corte, la responsabilità dell’ente pubblico-custode si configura «salvo che quest’ultimo non dimostri di non aver potuto far nulla per evitare il danno», e la presunzione di colpa che grava su di lui può essere superata solo «quando la situazione che provoca il danno si determina non come conseguenza di un precedente difetto di diligenza nella sorveglianza della strada, ma in maniera improvvisa, atteso che solo quest’ultima integra il caso fortuito».

Comments are closed.