SICUREZZA STRADALE. Da gennaio 2006 è boom di sanzioni per eccesso di velocità

Crescono le sanzioni per eccesso di velocità nei primi 10 mesi del 2006, +6,93%, soprattutto in autostrada + 16%. Lo rileva l’Asaps (Associazione sostenitori amici polizia stradale) che definisce il dato "paradossale" vista la campagna di informazione del Ministero dell’Interno sugli organi di stampa e sui vari portali, con la pubblicazione dei tratti autostradali e delle statali delle singole province.

Le violazioni dal 1° gennaio al 31 ottobre 2006, contestate dalla sola Polizia Stradale, sono state complessivamente 827.813, esattamente 53.708 in più rispetto alle 774.105 dei primi 10 mesi del 2005, un incremento del 6,93%. Nei primi 9 mesi l’incremento si era fermato al 6,68%.

L’Asaps sottolinea come l’incremento è stato registrato soprattutto a seguito dei controlli sulla rete autostradale, nei quali le violazioni contestate sono cresciute di ben 60.393, passando da 377.987 dei primi 10 mesi del 2005 a 438.380 dello stesso periodo del 2006, un incremento di circa il 16%. Sulle altre strade statali, regionali e provinciali la Stradale ha contestato 6.685 violazioni in meno, pari a una diminuzione dell’1,68%.

"L’aumento delle sanzioni in particolare sulla rete autostradale – commenta l’associazione – può essere dovuto anche al più frequente utilizzo del sistema Tutor nei tratti predisposti e delle scatole Autobox in alcuni cantieri. Inoltre si potrebbe anche pensare che molti conducenti non credano che i misuratori di velocità siano effettivamente in funzione nei tratti segnalati, oppure la sola sanzione non spaventa ormai più, tenuto conto che molto spesso la modalità dei servizi di rilevazione non permette di effettuare il prelievo dei punti ai conducenti.

Comments are closed.