SICUREZZA STRADALE. Guida in stato di ebbrezza, Asaps: “Sono 671.242 i punti tolti”

Ammontano a 671.242 i punti tolti agli automobilisti italiani per guida in stato di ebbrezza dal 1° luglio 2003, data di entrata in vigore della patente a punti, al primo marzo 2007. Sono, invece, 64.851 le infrazioni di questo tipo rilevate nello stesso periodo. Annualmente una media di 183.066 punti e 17.686 infrazioni. A pubblicare i dati sul proprio sito è l’Asaps, l’associazione sostenitori della polizia stradale, che ha elaborato le fonti del Ministero dei Trasporti e che precisa che si tratta di un conteggio delle infrazioni relative ai procedimenti penali conclusi. Infatti, per tutti i procedimenti ancora pendenti il relativo punteggio dalle patenti non è stato ancora decurtato.

Esiste poi il problema – si legge nella nota dell’associazione – che gli organi di polizia dopo aver effetuato i controlli e inoltrato la denuncia alla magistratura, accertino successivamente l’esito del procedimento penale che può non essere comunicato dalle cancellerie agli uffici di polizia che hanno effettuato il controllo con l’etilometro, al fine della segnalazione al Ministero dei Trasporti per procedere al prelievo dei punti.

"Di fronte alla disinvolta elargizione di alcol nei locali, in attesa di una più seria regolamentazione, – conclude Giordano Bisemi, presidente Asaps – il primo e più efficace strumento per il contrasto dello stragismo stradale, in particolare del fine settimana, è quello del numero e della qualità dei controlli, e della reale effettività della sanzione".

Scarica la tabella con i dati sulla guida in stato di ebbrezza di Asaps

Comments are closed.