SICUREZZA STRADALE. Incidenti, Asaps: il resoconto del ponte di Pasqua

Nella notte del 7 aprile a Chieti, un’auto contromano ha centrato un’ambulanza in emergenza sulla Francavilla-Chieti: il bilancio è di 5 vittime e 4 feriti gravi. E’ l’incidente più grave segnalato dall’Asaps (Il portale sulla sicurezza stradale) che, in attesa dei dati ufficiali del Ministero dell’Interno, propone un resoconto degli incidenti avvenuti durante il ponte di Pasqua.

Venerdì era già stata una giornata campale per i pirati della strada, con incidenti e fughe a Firenze ed a Roma: qui, sulla via Prenestina, un veicolo sconosciuto ha tamponato all’alba lo scooter di una ragazza romena, ricoverata in gravi condizioni al policlinico Casilino. S È invece stato un ubriaco a travolgere l’auto di due fratelli a Darfo Boario Terme (Brescia), rimasti uccisi nello schianto. Nel pomeriggio di sabato, un altro pirata è in azione a Roma, sulla via Flaminia. Poco dopo le 3 del pomeriggio, lo scooter su cui viaggiava un giovane di 23 anni è stato investito da un’autovettura, il cui conducente si è subito dato alla fuga. All’arrivo del 118, per la vittima del sinistro non c’era più niente da fare: il compito di condurre le indagini è stato affidato alla Stradale di Settebagni.

A Milano, per la precisione a Paullo, uno scontro frontale tra vetture ha provocato due morti. Il fatto è avvenuto sulla SS415, dove un sorpasso azzardato e l’alta velocità di uno dei due veicoli sembra essere la causa della tragedia. Sono morti una donna di 74 anni ed un uomo di 65: secondo le prime ricostruzioni, sembra che una delle due macchina abbia raggiunto la testa di una coda a velocità elevatissima ed il conducente, per evitare il tamponamento, avrebbe sterzato a sinistra invadendo la corsia opposta, proprio mentre sopraggiungeva il secondo veicolo. Un giovane ventenne è invece morto, sempre all’alba di domenica, a Palermo.

La velocità eccessiva comunque non commisurata alle condizioni della strada, dunque, si conferma – al pari dell’ebbrezza – uno dei killer più spietati, sottolinea l’Asaps. Un esempio sono i fatti di Modena: qui un’auto con a bordo due cinesi, che stavano percorrendo una strada sterrata nei pressi di Cavezzo, è sbandata ed è finita in un canale. Per entrambi non c’è stato scampo, e sono morti annegati.

Comments are closed.