SICUREZZA STRADALE. “Love is better”: al via la campagna della Provincia di Milano

Per correre ai ripari e arginare il tragico binomio "giovani e guida", la Provincia di Milano ha presentato oggi la campagna per la sicurezza e la qualità della vita, promossa dagli assessorati alla Mobilità e Trasporti e dalle Politiche giovanili.

La campagna "Love is better", presentata questa mattina dalla Provincia di Milano si rivolge in particolare ai ragazzi che frequentano l’area dell’Idroscalo. Tre sono le direttive lungo le quali si articola l’iniziativa promossa dall’assessore ai Trasporti Paolo Matteucci, in collaborazione con l’assessorato alle Politiche giovanili e Idroscalo guidato dall’assessore Irma Dioli: informazione, collaborazione con le cooperative sociali e potenziamento dei mezzi pubblici.

Sui pali dell’illuminazione lungo le strade provinciali della zona, nei locali dell’Idroscalo e negli otto comuni vicini a Milano verranno distribuite migliaia di locandine e cartoline con l’immagine di un bacio appassionato tra due adolescenti e il claim dell’iniziativa "Love is better". Una comunicazione più diretta con i ragazzi e prevede anche la distribuzione anche di etilometri, sarà di competenza invece dell’ unità mobile delle cooperative Lotta contro l’emarginazione e A77 nelle serate al "Mare di Milano", il famoso Idroscalo.

Contemporaneamente, viene offerta un’alternativa all’auto con il potenziamento delle navette gratuite che collegano l’ aeroporto di Linate con l’Idroscalo (ultima corsa all’1.10) e con i comuni limitrofi, in particolare nelle 15 serate della manifestazione "Idroscalo in festa".

"Dopo le campagne sociali avviate nei mesi scorsi dalla Provincia, abbiamo registrato un leggero decremento di incidenti tra i giovani al volante – ha dichiarato l’assessore Matteucci a Help Consumatori – Questo nuovo impegno si affianca al progetto "Ruote sicure" per gli studenti delle superiori e alla campagna "Slow drive".

L’iniziativa cerca di rendere accattivante e non proibizionista l’invito alla sicurezza lanciato ai giovani. "Il nostro obiettivo è coinvolgere i giovani – ha aggiunto l’assessore Dioli – rendendoli corresponsabili di un divertimento sicuro. Per questo diciamo loro, mostrando un bacio appassionato tra due giovani, che amarsi è più divertente e sicuro che usare alcol e stupefacenti".

L’iniziativa si inserisce a pieno titolo nella storica attività della Provincia di Milano finalizzata all’educazione stradale e alla diminuzione dell’incidentalità che ha in "Ruote Sicure" e in "Slow Drive", il programma dedicato ai ragazzi dei primi anni delle scuole superiori giunto alla decima edizione, la propria punta di diamante e che ogni anno insegna a circa 15.000 giovani, con lezioni teoriche e prove pratiche, le regole per una guida sicura in un’età particolarmente delicata.

Dopo l’estate è già in programma una nuova azione di comunicazione, finalizzata agli Istituti Medi Superiori ed una gestita insieme a tutti i Comuni della Provincia, ambedue attente in particolar modo alla sicurezza della guida, vista l’ancora forte rilevanza di incidenti nelle notti del venerdì e del sabato, in corrispondenza dell’uscita dai locali.

In provincia di Milano, nel 2007, gli incidenti lesivi del venerdì e sabato sera sono stati il 7% del totale, con una mortalità che raggiunge il 10%, di cui il 17,7% è costituito da giovani tra i 18 e i 29 anni.

"Questi dati – ha concluso l’assessore Matteucci – ci indicano che l’allarme sicurezza stradale per i giovani è ancora molto forte: se da un lato il nostro impegno è focalizzato sul rendere sempre più sicure le strade, dall’altro continuiamo e potenziamo, attraverso la collaborazione con soggetti ed enti che lavorano in campo giovanile, la diffusione di una cultura della sicurezza e responsabilità alla guida, portando il messaggio direttamente nei luoghi del divertimento".

Comments are closed.