SICUREZZA STRADALE. Microcar, Adoc: patente obbligatoria e test antidroga

"Basta vittime, per la guida delle minicar ci vuole la patente obbligatoria". E’ quanto dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc, commentando l’incidente di ieri sera nel quale è stato coinvolto un bambino di 8 anni ricoverato in un nosocomio romano. L’evento si aggiunge agli incidenti mortali avvenuti il 10 e il 13 aprile scorsi. "Nonostante la cilindrata sia assimilabile ad un motorino, a livello di circolazione stradale, le minicar rappresentano un rischio elevato sia per i conducenti che per pedoni e altri automobilisti" aggiunge Pileri.

L’Associazione chiede, quindi, l’introduzione della patente obbligatoria e il test antidroga prima di conseguirla, con attivazione di lezioni mediche obbligatorie sugli effetti delle droghe e dell’alcol durante i corsi di formazione dei neopatentati, dato che un quarto dei giovani guida ubriaco, causa del 40% degli incidenti stradali. "E’ fondamentale adottare misure stringenti sul problema dell’alcol alla guida, puntando sull’informazione e sulla prevenzione, sviluppando il grado di consapevolezza e di autocoscienza dei giovani" conclude Pileri.

Comments are closed.