SICUREZZA STRADALE. Minicar sotto inchiesta, “insicure per un vuoto normativo”

Dopo l’ultimo incidente, avvenuto a Roma la sera del 6 gennaio, in cui sono state coinvolte due ragazzine 16enni, di cui una è ancora in prognosi riservata, le minicar sono finite sotto inchiesta. Sotto accusa da tempo, questi mezzi molto diffusi tra i giovanissimi sono "notoriamente insicuri", e l’assenza di mezzi di sicurezza, come il sistema abs e gli airbag, dipendono anche da un "vuoto normativo". Queste minicar, infatti, sono equiparati ai ciclomotori dal punto di vista normativo e dunque non prevedono l’applicazione dei sistemi di sicurezza tipici delle auto a 4 ruote. L’inchiesta della procura di Roma, dei pm Laura Condemi e Lina Cusano, ha preso spunto da alcuni incidenti mortali avvenuti nella capitale, dove circola approssimativamente il 17% delle minicar vendute in Italia. Dalle consulenze tecniche svolte su quei sinistri è emerso che i veicoli coinvolti erano privi di sistemi di sicurezza.

Comments are closed.