SICUREZZA STRADALE. Moto, caos su novità in vigore dal 14 luglio. Codacons chiede proroga

Il 14 luglio prossimo entreranno in vigore le nuove norme sulla circolazione dei ciclomotori, un decreto del marzo scorso che permetterà di viaggiare in due anche sui cosiddetti Cinquantini a certe condizioni. Il Codacons ritiene che sull’ applicazione del provvedimento ci sia ancora troppa confusione e che per questo sarebbe meglio rinviarla, in attesa di chiarimenti. Il decreto sancisce che si potrà viaggiare in due sui motorini Cinquanta a condizione che chi guidi sia maggiorenne, che il ciclomotore sia omologato al trasporto del secondo passeggero e che sia dotato di una nuova targa, da richiedere alla Motorizzazione o ad una impresa abilitata. Il costo complessivo dell’ operazione sarà di 49,52 euro.

La nuova targa sarà di 6 cifre, verrà abbinata al veicolo e al certificato di circolazione e identificherà il soggetto che si dichiara proprietario al momento del rilascio. "Tuttavia – afferma il Codacons – sulla nuova normativa regna il caos più totale. Pra, Motorizzazioni, autoscuole, assicurazioni, e la stessa polizia municipale, sembrano brancolare nel buio, nessuno ha visto queste nuove targhe, nessuno sa dare riposte precise, nessuno sa spiegare se vi saranno effetti negativi sulle tariffe assicurative. Ma soprattutto – aggiunge la nota – nessuno sa come si comporteranno i vigili urbani. A chi dovranno elevare le multe, vista la situazione generale di incertezza e gli inevitabili ritardi nel rilascio delle nuove targhe?".

Per ulteriori informazioni relative alle disposizioni applicative del decreto clicca qui

Comments are closed.