SICUREZZA STRADALE. Piemonte, parte campagna per l’uso delle cinture a bordo

Un gesto semplice che salva la vita. Usare la cintura di sicurezza è, oltre ad un obbligo sancito dal Codice della Strada, un efficace strumento per prevenire danni ad automobilisti e passeggeri. Per sensibilizzare i cittadini su questo tema, la Regione Piemonte ha lanciato l’iniziativa "Viaggio allacciato". La campagna di sensibilizzazione, promossa in collaborazione con 81 Comuni locali, sarà diffusa per mezzo di manifesti e volantini indicanti le più elementari regole di comportamento in auto.

L’utilizzo della cintura di sicurezza è importante anche per gli spostamenti più brevi. Ben il 75% degli incidenti stradali, infatti, si verifica nei percorsi cittadini. Ma sono ancora troppe le trasgressioni da parte degli automobilisti. "In base ai dati in nostro possesso, – sottolinea l’assessore regionale alla Polizia Locale Luigi Sergio Ricca – le cinture sui posti anteriori vengono allacciate dal 70% degli automobilisti, mentre l’uso delle cinture nei sedili posteriori è pari praticamente a zero. Chi non allaccia le cinture non si rende conto dei rischi cui va incontro: in primo luogo è in ballo la sua vita, ma inoltre, in caso di incidente, se le cinture non risultano essere state allacciate, le assicurazioni tendono a non risarcire tutti i danni".

Un’attenzione particolare merita il trasporto dei più piccoli, che devono viaggiare su seggiolini omologati e indicanti il marchio Ue (ECE R44). Fra i consigli della campagna informativa "Viaggio allacciato" si evidenzia quello posizionare i bambini nei posti più sicuri della vettura, ossia i sedili posteriori. Si ricorda inoltre di verificare la collocazione degli air bag, evitando di mettere i bimbi sulla traiettoria di apertura dei dispositivi. Raccomandato infine il fissaggio di oggetti pesanti a bordo.

Comments are closed.