SICUREZZA STRADALE. Provincia di Trento: i semafori intelligenti sono illegittimi

"I semafori intelligenti sono illegittimi". E’ quanto afferma in una circolare il Commissariato del Governo per la provincia di Trento che ha richiamato l’attenzione degli enti locali sull’uso di questi semafori, le cui lanterne si azionano in base alla velocità dei veicoli. Lo riferisce il Ministero dell0Interno in una nota.

L’iniziativa del Commissariato prende spunto da una sentenza del Giudice di pace di Mezzolombardo che ha annullato un verbale di contestazione per la violazione dell’art. 146/3° c. C.d.S., dichiarando l’illegittimità di tali impianti semaforici.

La circolare del Commissariato ha ribadito che ai sensi dell’art. 158 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada, le lanterne semaforiche devono regolare, nel tempo, l’avanzamento delle correnti di traffico, sia veicolare che pedonale, in un’intersezione o in un tronco stradale e che pertanto l’azionamento del ciclo semaforico in base alla velocità dei veicoli, misurata a monte dell’impianto – tramite radar o spire induttive annegate nell’asfalto – non è previsto dalla legge oltre a costituire pericolo per la sicurezza della circolazione.

Infine, il Commissario di Governo ha ricordato che, in caso di inottemperanza alla disattivazione degli impianti in parola, gli enti inosservanti si renderanno responsabili per le sanzioni amministrative e potranno incorrere in responsabilità civili, penali e penali e amministrative.

 

Comments are closed.