SICUREZZA STRADALE. Rapporto ISS: il 10,5% degli italiani guida sotto effetto alcol

L’alcol è uno dei principali nemici della guida degli italiani. Dall’ultimo rapporto nazionale "Passi" dell’Istituto Superiore di Sanità sulla sicurezza stradale emerge che il 10,5% degli italiani, soprattutto maschi, si mette alla guida sotto l’effetto dell’alcol, cioè dopo aver bevuto due o più bicchieri di alcolici nell’ora precedente. Si tratta soprattutto di giovani tra i 25 e i 34 anni del Nord e Centro Italia.

Puntuale giunge il commento di BastaUnAttimo, secondo cui questi dati sono molto preoccupanti perché indicano che la sensibilizzazione fatta a livello nazionale , sulla sicurezza stradale, non riesce ad incidere nei giovani. "Che il 10,5% degli italiani, soprattutto maschi e maggiormente nella fascia d’età compresa tra i 25 e i 34 anni, si mette alla guida sotto l’effetto dell’alcol deve metterci in allerta e farci capire come la scuola diventi uno dei canali più utili per favorire un insegnamento alla cultura sana della guida che oggi non c’è". Ad affermarlo è Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo la campagna nazionale per la sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera che oggi si trova presso l’ASC – Automotive Safety Centre – di Vairano di Vidigulfo (PV) la seconda edizione del Safety Day, una giornata di educazione stradale rivolta a studenti tra i 14 e i 17 anni.

"Noi continuiamo a ribadire – spiega il portavoce di BastaUnAttimo – l’indispensabile necessità di introdurre nei cicli di istruzione obbligatori di tutte le scuole corsi di educazione stradale affinché fin da giovani si possa acquisire la consapevolezza dei rischi cui si va in corso nel caso ci si metta in guida sotto l’effetto di alcol e sostanze stupefacenti. Alla luce dei dati di oggi – conclude – non possiamo più rimandare il coinvolgimento delle scuole per ribadire l’importanza di una guida sicura e consapevole".

Comments are closed.