SICUREZZA STRADALE. Riparte “Guido con Prudenza”. Polizia stradale, presto controlli antidroga

Ogni anno sulle strade italiane muoiono 5.600 persone, ogni 10 il numero delle morti è tale da far scomparire un’intera città delle dimensioni di Avellino. Quest’anno, per la prima volta, la Polizia Stradale effettuerà anche controlli antidroga. E’ quanto emerso alla presentazione oggi a Roma di "Guido con Prudenza 2008", campagna per la sensibilizzazione al problema della guida in stato di ebbrezza promossa da Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale e la Polizia Stradale, in collaborazione con il SILB (Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento Danzanti e di Spettacolo).

Fino al 23 agosto in Romagna, in Provincia di Brescia, sul litorale campano e sulla costiera calabrese, all’ingresso dei locali che aderiscono all’iniziativa, i ragazzi saranno invitati a nominare il proprio ”Bob” o ”Guidatore designato”, colui che decide liberamente di non bere per portare a casa gli amici in piena sicurezza. Inoltre, all’esterno delle discoteche sarà posto un "corner" della sicurezza stradale: chi vorrà potrà ritirare un alcol test e verificare il proprio stato di ebbrezza, prima di decidere se sia opportuno mettersi alla guida.

Controllo, coinvolgimento e incentivo. Questi i tre punti cardine alla base di "Guido con Prudenza" secondo il presidente della Fondazione Ania per la sicurezza stradale, Sandro Salvati. "Funzione di controllo – ha spiegato Salvati – perché la Polizia Stradale intensificherà i controlli e quest’anno per la prima volta utilizzerà strumenti precursori per stabilire se il conducente è sotto effetto di droga, forniti da noi. Coinvolgimento perché noi vogliamo far passare il messaggio: ragazzi divertitevi quanto volete ma portate a casa sana e salva la pelle. Come? Scegliete il Bob, che nei Paesi del Nord Europea è l’amico designato per guidare che non beve e riporta tutti a casa. Infine, incentivo perché chi risulterà negativo ai test riceverà un biglietto della discoteca gratis per la settimana successiva."

Secondo i dati della Polizia di Stato, che il direttore servizio Polizia Stradale, Antonio Giannella, ha definito ancora "non strutturali", Da gennaio a giugno il numero dei morti sulle strade durante i fine settimana è diminuito del 14,3% rispetto allo stesso periodo del 2007, quello degli incidenti del 10,8%. I conducenti positivi all’alcol sono stati 12.756, mille in meno rispetto all’anno precedente. I controli delle Forze dell’ordine sono aumentati del 25,16%.

L’alcol e la droga sono tra le cause principali dei morti e feriti sulle strade. Secondo una stima dell’Istituto Superiore di Sanità, gli incidenti provocati da conducenti in uno stato psicofisico alterato corrispondono al 30% del totale dei sinistri che avvengono nel nostro Paese.

"Siamo felici di costatare – ha detto il Presidente Silb Renato Giacchetto – come il sensibile aumento dei controlli sulle strade abbia portato a una decisa diminuzione degli incidenti e della mortalità. Il percorso è lungo ma da iniziative come questa, che mirano a diffondere una diversa cultura della sicurezza, possiamo sicuramente aspettarci ottimi risultati."

Comments are closed.