SICUREZZA STRADALE. Sacconi: “tolleranza zero” su alcol e droghe per giovani e autisti

"Tolleranza zero" rispetto all’assunzione di alcol o all’uso di droghe per giovani e lavoratori addetti al trasporto passeggeri. È quanto chiesto dal ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Maurizio Sacconi che ieri ha tenuto un’audizione sul tema della sicurezza stradale alla Commissione Trasporti della Camera.

Fondamentale, ha detto Sacconi, è il ruolo delle campagne informative, anche nei luoghi di lavoro, e dell’educazione stradale nelle scuole. "Ed ancora, un ruolo chiave ritengo sia giocato dai controlli da svolgere, in particolare, sulle cosiddette categorie a rischio – ha continuato Sacconi – Mi riferisco sia ai giovani (in particolare, per quelli sino ai 21 anni) che ai lavoratori addetti a mansioni legate all’attività di trasporto di passeggeri e merci, con riguardo ai quali ritengo necessario assumere un atteggiamento di "tolleranza zero", rispetto all’assunzione di alcol o all’uso di sostanze stupefacenti che possano mettere in pericolo la loro incolumità o quella di terzi".

Il Ministero ha inoltre confermato gli impegni relativi, fra gli altri, "al miglioramento operativo dei servizi per le tossicodipendenze, con la finalità di rendere più efficaci gli interventi preventivi e di disassuefazione a favore soprattutto della popolazione giovanile (categoria maggiormente a rischio), anche in affiancamento con le forze dell’ordine e con la magistratura". Il Ministero ha inoltre confermato l’impagno "al miglioramento della certificazione medica di idoneità alla guida sia iniziale, sia successiva a fatti di salute (patologie neurologiche, psichiche, ecc) o a episodi di guida pericolosa (è il caso, ad esempio, della guida in stato di ebbrezza o di alterazione psichica da droghe, ecc). In questo ambito è da intendersi l’adesione del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali all’iniziativa di costituire, presso il Dipartimento Politiche Antidroga, un tavolo di lavoro per la sperimentazione di "drug test" per l’ottenimento della certificazione sanitaria di idoneità alla guida". Sul tavolo anche il miglioramento del servizio di emergenza 118 e una campagna di sensibilizzazione per medici e farmacisti "finalizzata a segnalare ai pazienti gli effetti negativi dei farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale".

PDF: Audizione Sicurezza Stradale

Comments are closed.