SICUREZZA. Al via Operazione Mare sicuro 2008

Anche quest’anno le Capitanerie di Porto – Guardia Costiera hanno lanciato la campagna "Mare Sicuro 2008": controlli rafforzati durante il periodo estivo per vigilare sulla sicurezza dei bagnanti e dei diportisti. La Guardia Costiera, grazie all’esperienza degli ultimi anni, già conosce i comportamenti più pericolosi. Le sorvegliate "speciali" saranno le moto d’acqua: chi le guida, infatti, spesso supera le velocità consentite e non rispetta la distanza minima dalla riva, che non è mai inferiore ai 200 metri.

Da uno studio della Guardia Costiera pubblicato l’estate scorsa, un acquascooter su sei non rispetta le regole. Verranno tenute d’occhio anche le barche e i motoscafi: anche per loro esistono dei precisi vincoli da rispettare per la sicurezza dei bagnanti. E poi i sub, che non possono immergersi senza una boa che segnali ai natanti la loro posizione. Compito delle capitanerie sarà anche quello di preservare la fauna marina dalla mano dell’uomo (o dei mezzi che guida).

Ma l’operazione "Mare sicuro" dovrà anche informare, oltre che prevenire. Sono ancora tanti, infatti, i bagnanti che non conoscono i propri diritti né i comportamenti che possono mettere in pericolo la loro vita e quella degli altri. Il sito internet e la radio della Guardia Costiera (RTL 102.5 Hit Radio) dovranno assolvere questo compito.

Comments are closed.