SICUREZZA. Anci: “Serve riforma della polizia locale”

Al centro delle nuove strategie locali per la sicurezza c’è la riforma della polizia locale. È quanto sostenuto oggi dall’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) in audizione informale alla Commissione Affari Costituzionali del Senato. Ha commentato Flavio Zanonato, Sindaco di Padova e delegato ANCI in materia di sicurezza urbana: "Le novità legislative, che assegnano ai Sindaci, nella loro veste di ufficiali di governo, nuovi poteri d’ordinanza in materia di ‘sicurezza urbana’, richiedono una ampia riflessione su possibili e auspicabili modifiche ai disegni di legge in materia di polizia locale”.

"Il ricorso allo strumento delle ordinanze – ha aggiunto – non è che l’espressione più visibile di una complessiva domanda territoriale di nuovi strumenti per fronteggiare la crescente percezione di insicurezza e di disordine avvertita dai cittadini. E’ evidente a tutti però, e per primi ai Sindaci, che oltre allo strumento delle ordinanze bisogna individuare, nella riforma della polizia locale, il fulcro sul quale incentrare le strategie locali di sicurezza. Una riforma che preveda la ridefinizione del ruolo della polizia municipale e la maggiore integrazione funzionale, formativa e tecnologica fra questa e le altre forze dell’ordine che operano sui territori, in modo da riconoscere ruolo e professionalità ai circa 60.000 agenti di polizia locale presenti sul nostro territorio".

Comments are closed.