SICUREZZA. Antiriciclaggio, siglato accordo fra Consiglio del Notariato e Banca d’Italia

Nuovo protocollo d’intesa per lo scambio telematico delle informazioni in funzione antiriciclaggio: è stato sottoscritto oggi a Roma il Protocollo d’intesa fra l’Unità di Informazione Finanziaria presso la Banca d’Italia (UIF) e il Consiglio Nazionale del Notariato. L’accordo, in attuazione del decreto legislativo 231/2007 in materia di contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo internazionale, disciplina lo scambio in via telematica delle informazioni sulle segnalazioni di operazioni sospette con modalità idonee a garantire l’anonimato dei notai segnalanti. Il nuovo sistema diventerà operativo il primo luglio 2009.

Il Protocollo stabilisce le modalità che il Consiglio del Notariato è tenuto ad adottare per la trasmissione del testo integrale della segnalazione, con l’esclusione del nominativo del notaio segnalante; per custodire atti e documenti in cui sono indicati le generalità dei notai garantendone la riservatezza; per curare le richieste di approfondimento inviate dalla UIF ai notai. Il Consiglio Nazionale del Notariato è il primo ordine professionale italiano ad assumere il ruolo di autorità di interposizione in materia di antiriciclaggio. In Europa, una funzionale analoga viene svolta in Spagna dal Consiglio Generale del Notariato spagnolo (Consejo General del Notariado de Espaňa).

Comments are closed.