SICUREZZA. Caldaie, i consigli del Comitato Italiano Gas

Nel corso del 2005, relativamente alla distribuzione di gas per usi civili distribuito a mezzo reti, si sono registrati 202 incidenti, 28 le vittime. Per il gas distribuito in bombole e piccoli serbatoi, (GPL) sono stati rilevati 135 incidenti, con 7 vittime. Per questo il Comitato Italiano Gas (CIG), ente federato UNI (Ente italiano di unificazione) ha messo a punto una serie di consigli per la sicurezza domestica.

In caso di incidenti riconducibili all’uso di gas – afferma il CIG – esiste un’assicurazione di cui si è beneficiari, in via automatica, solo per il fatto di essere utenti di gas distribuito a mezzo reti. La polizza assicurativa è stata istituita su delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica e stipulata dal CIG – Comitato Italiano Gas. Il GPL distribuito in bombole o piccoli serbatoi, non rientra nella copertura della polizza assicurativa. Dell’esistenza dell’assicurazione – e delle sue modalità di attivazione, le società di vendita danno periodicamente avviso in bolletta. Vale solo per utenti civili – è collettiva e nazionale, e copre oggi circa 18,5 milioni di famiglie italiane. Il costo di questa polizza per cliente è di € 0,40 all’anno e viene trattenuto direttamente in bolletta. Le garanzie prestate riguardano: la responsabilità civile nei confronti di terzi, gli incendi e gli infortuni, che abbiano origine negli impianti e negli apparecchi a valle del contatore.

Per le informazioni in merito al contratto di assicurazione è attivo tutti i giorni lavorativi dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle ore 14,00 alle 17,00 il numero verde del CIG 800 92 92 86. Le informazioni possono essere richieste anche a mezzo di posta elettronica all’indirizzo assigas@cig.it o fax al numero 02.52037621.

Comments are closed.