SICUREZZA. Campidoglio e Fondazione ANIA firmano accordo contro incidenti stradali

Comune di Roma e Fondazione ANIA per la sicurezza stradale unite nella lotta agli incidenti: la collaborazione prosegue e oggi è stato sancito un accordo fra il sindaco Gianni Alemanno e il presidente della Fondazione ANIA Sandro Salvati, che prevede, tra i vari progetti, la creazione di un centro di elaborazione dati sugli incidenti stradali, attività di educazione stradale rivolte ai giovani delle scuole e una campagna di informazione sulle corrette modalità di trasporto di neonati e bambini in auto.

Verranno dunque sviluppate una campagna di informazione rivolta ai genitori per sensibilizzarli sulle corrette modalità di trasporto di neonati e bambini in auto e attività di educazione stradale dedicate agli studenti delle scuole secondarie per promuovere l’utilizzo di dispositivi di protezione quando si è alla guida delle due ruote.

Lo sfondo è allarmante, perché l’incidentalità stradale coinvolte tutte le strade della Capitale: nel 2009 sul territorio del Comune si sono verificati complessivamente 18.561 incidenti, che hanno provocato la morte di 198 persone e il ferimento di altre 24.638. Presso l’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità verrà dunque realizzato un centro di elaborazione dati (CED) per acquisire e gestire tutte le informazioni relative agli incidenti stradali. La Fondazione ANIA, in accordo con il Comune di Roma, fornirà alla Polizia Municipale dei palmari per raccogliere dati e informazioni sui sinistri, da trasmettere telematicamente al CED. I dati raccolti consentiranno di geolocalizzare gli incidenti, identificarne le cause e le dinamiche in tempo reale. Inoltre, sarà possibile costituire una mappa dei punti più a rischio.

Commenta il presidente della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale Sandro Salvati: "Il protocollo con il Comune di Roma ha prodotto nel corso del 2009/2010 importantissimi risultati in termini di obiettivi raggiunti: più strisce pedonali, maggiori controlli alcolemici da parte dei vigili urbani. Per tale motivo abbiamo deciso di continuare in questo percorso virtuoso che ci porterà a realizzare ulteriori attività nel 2011".

Comments are closed.